fbpx
My Cart
 0,00
Blog

La Luna

La Luna

Arcano Maggiore XVIII, archetipo del fascino e del mistero. Dell’inconscio.

La Luna rappresenta il legame tra l’individuo e le forze misteriose della natura, il sentimento, l’emozione, la ricettività, l’immaginazione, l’emotività, l’intuizione, la Madre Terra, la notte, il sogno.

E’ da sempre una Dea Sacra, in grado di portare luce nel buio della notte, guidare il cammino dell’uomo e indicare la giusta rotta ai marinai.

Strettamente legata alla Madre Terra,  per la capacità di influenzare i cicli della vita e le maree.

Ancora oggi, la Luna impera nella tradizione contadina. Pur in assenza di riscontri scientifici, gli agricoltori continuano a seguire il calendario lunare per la semina e la raccolta, nonché per la scelta delle colture da piantare.
Tradizione e credenza popolare attribuiscono, infatti, alla luna crescente il potere di influire positivamente sulla germinazione e la fruttificazione, mentre alla luna calante la capacità di rinvigorire le radici delle piante.

Per gli antichi greci la luna era la dea delle tre facce: Artemide, la vergine fanciulla, falce di luna crescente; Selene, la luna piena; Ecate, dea degli Inferi, la luna calante: esse rappresentavano le fasi della nascita, morte e resurrezione.

Nei tarocchi di Marsiglia, la luna è rappresentata con un volto che guarda verso il passato.

Il viso è azzurro, recettivo e spirituale. I cerchi rossi e arancioni simboli di energia pulsionale e emozionale non tendono a sopraffare l’azzurro, ma a esaltarlo e difenderlo.
Dalla luna cadono (o salgono) gocce verdi, rosse, azzurre e arancioni, a simboleggiare lo scambio e la eterna relazione che intercorre tra parte razionale e inconscio.
Conscio e inconscio sono legati da un rapporto di dare-avere e di influenza reciproca.  

Al centro della carta, si ergono due animali con lo sguardo rivolto alla Luna, nell’atto di nutrirsi di sentimenti, emozioni, idee, esperienze di vita. Dalle fattezze di lupi o cani, essi sono complementari.

L’uno azzurro con un orecchio color carne, rappresenta lo spirito che riceve nutrimento dalle forze celesti. Ciò contribuisce ad alimentare la sua parte naturale: la sua lingua è verde per indicare il suo rapporto con la natura.
L’altro color carne, con un orecchio azzurro, richiama la parte istintiva e animale, che invece sembra assurgere alla parte passionale e emozionale. E’ anch’esso famelico e protende la sua lingua rossa a godere dei doni della luna.

Parte spirituale e parte materiale crescono con i sogni, l’immaginario e l’inconscio.
Alle spalle dei due animali spiccano due costruzioni apparentemente diverse tra loro.

A sinistra, la torre più piccola, ha una merlatura ampia e aperta, due finestre e una porta grandi: essa è recettiva e aperta alla spiritualità. Non a caso, è bagnata da una goccia azzurra.
A destra, invece, la torre è più grande e massiccia. I merli del tetto sono coperti da una struttura solida, le finestre sono più piccole e non si intravede alcuna porta. Ciò non significa che sia inibito qualsiasi accesso. La torre dispone, infatti, di tre gradini bianchi, simbolo di purezza. Colpita da una goccia rossa, la torre si schiuderà senza riserve alla passione e alle emozioni.

Al di sotto dei due animali, vi è una grande distesa d’acqua che irrora e fornisce vitalità alla natura lussureggiante.

L’acqua non è statica, ma dinamica, come dimostrano le linee nere che conferiscono movimento ai flutti.
L’acqua è fonte di vita eterna.

Al centro della distesa azzurra c’è un crostaceo. Nella tradizione storica e artistica questi animali simboleggiano la Resurrezione, per la loro capacità di rinnovare il proprio carapace nel tempo, ma anche l’instabilità e l’incostanza.
Entrambi i significati sono presenti nella lama dei Tarocchi di Marsiglia. E infatti se da un lato il crostaceo sembra rinascere dai flutti azzurri, i colori arancione e rosso del corpo esprimono la volubilità e le incertezze che spesso turbano l’individuo.

Nella lama il crostaceo dispone di tre occhi blu: è interamente recettivo e pronto a affrontare i misteri della vita. Ma non basta. Egli stringe nelle sue chele altre due orbite Blu, che porge ai due animali immobili sulla terraferma.

L’apertura verso gli altri, dunque, consente all’individuo di non cedere alla paura, alla follia e alla oscurità.

L’Arcano de La Luna invita a non aver paura dell’ignoto. A fidarsi delle proprie emozioni e delle proprie intuizioni per vedere non solo la realtà, ma anche ciò che si cela oltre l’apparenza.

Fango Crema Anticellulite Riducente La Luna

 

Pin It on Pinterest

Select the fields to be shown. Others will be hidden. Drag and drop to rearrange the order.
  • Immagine
  • SKU
  • Valutazioni
  • Prezzo
  • Magazzino
  • Disponibilità
  • Aggiungi al carrello
  • Descrizione
  • Contenuto
  • Peso
  • Dimensioni
  • Additional information
  • Attributi
  • Custom attributes
  • Custom fields
Click outside to hide the compare bar
Comparatore
Lista desideri 0
Apri la Lista desideri Continua lo shopping